Il primo Marzo 2021 riapre Il Mausoleo di Augusto restaurato

Il primo Marzo 2021 riapre Il Mausoleo di Augusto restaurato

Dopo 14 anni riapre il Mausoleo di Augusto a Piazza Augusto Imperatore

Dal 1° marzo 2021 torna accessibile al pubblico il Mausoleo di Augusto, una delle più imponenti opere architettoniche della romanità e il più grande sepolcro circolare del mondo antico. A partire dal 21 dicembre 2020 si potrà prenotare in anticipo la visita al monumento, chiuso dal 2007 per la realizzazione del grande progetto di recupero e restauro finanziato dalla Fondazione TIM.

Da oggi Roma può contare su un ulteriore attrazione, un capolavoro dell’antica Roma, un nuovo luogo simbolo della città che rinasce in tutto il suo splendore e torna a disposizione di romani e turisti di tutto il mondo. L’apertura del Mausoleo di Augusto si collega anche ai lavori di sistemazione di piazza Augusto Imperatore, che dovrebbero concludersi entro dicembre 2021.

 

La Storia del Mausoleo di Augusto

mausoleo di augusto

Il mausoleo di Augusto è il monumento funerario di Ottaviano Augusto, l’imperatore che con la vittoria di Azio mise fine all’epoca delle guerre civili a Roma e consolidò l’Impero romano. Ottaviano diede inizio alla costruzione nel Campo Marzio proprio dopo la fine della guerra contro Antonio e la conquista dell’Egitto, nel 29 a.C.

La costruzione si ispira alla tomba in stile ellenistico di Alessandro Magno, anch’essa di pianta circolare, e al Mausoleo di Alicarnasso (la moderna Bodrum), costruito attorno al 350 a.c. in onore al re Mausolo.

Il primo Marzo 2021 riapre Il Mausoleo di Augusto restaurato

Il Mausoleo di Augusto è la più grande tomba circolare al mondo con un diametro di ben 87 metri. L’edificio si componeva di un corpo cilindrico, al centro del quale si apriva verso sud una porta con una breve scalinata. All’interno, si trovava la cella sepolcrale che ospitava le urne con le ceneri dei parenti di Augusto. L’urna dell’Imperatore con ogni probabilità si trovava nel cilindro centrale, che raggiungeva un altezza di 40 metri, sulla cui sommità era posta la statua bronzea di Augusto che era visibiile anche da molto lontano.

In prossimità dell’ingresso erano poste le tavole bronzee con incise le Res Gestae, il racconto delle imprese politiche di Augusto redatto da Augusto stesso (il testo si può vedere trascritto sul muro del vicino Museo dell’Ara Pacis).

Tramontato l’Impero Romano, nel Medio Evo il Mausoleo fu trasformato in fortezza dalla famiglia Colonna. Poi attraversò un lungo periodo di declino, fu saccheggiato e depredato, trasformato in giardino pensile, poi in anfiteatro fino a diventare, agli inizi del 900, una sala di musica. Oggi, dopo un lungo progetto di restauro conservativo, gli viene restituito il posto che merita tra le ricchezze archeologiche di Roma e del mondo.

 

Come Visitare il Mausoleo di Augusto

Il primo Marzo 2021 riapre Il Mausoleo di Augusto restaurato

Il Mausoleo di Augusto potrà essere visitato gratuitamente da tutti fino al 21 aprile 2021, giorno in cui si celebra il “Natale” di Roma. Le prenotazioni, obbligatorie, sono aperte da lunedi 21 Dicembre esclusivamente sul sito mausoleodiaugusto.it. Per i residenti a Roma l’ingresso resterà gratuito per tutto il 2021! Le visite, della durata di circa 50 minuti, si svolgeranno dal martedì alla domenica dalle ore 9 alle ore 16 (ultimo ingresso alle 15).

A partire dal 21 aprile 2021 la visita al Mausoleo sarà arricchita con contenuti digitali, in realtà virtuale e aumentata, in collaborazione con la Fondazione TIM.

Visite a partire dal primo marzo 2021

Piazza Augusto Imperatore (centro storico)

Ingresso gratuito per tutti fino al 21 aprile 2021

Ingresso gratuito per i residenti a Roma fino alla fine del 2021

Le visite (circa 50 minuti) dal martedì alla domenica dalle ore 9 alle ore 16 (ultimo ingresso alle 15)

prenotazione obbligatoria sul sito mausoleodiaugusto.it

Scritto da
Altri articoli di Romeing

VRE Fest: Virtual Reality Experience 2020

Virtual Reality Experience – VRE is an international festival created to explore...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *