World Press Photo 2021 al Mattatoio di Roma

world-press-photo-roma-2021

La mostra-concorso di fotogiornalismo più importante al mondo

Dal 28 maggio al 22 agosto, torna a Roma, per la prima volta presso il Mattatoio, la 64° edizione del World Press Photo. La mostra, ideata dalla Fondazione World Press Photo di Amsterdam e organizzata dall’Azienda Speciale Palaexpo in collaborazione con 10b Photography, ospiterà le 141 foto finaliste del prestigioso premio di fotogiornalismo, che dal 1955 premia ogni anno diversi fotografi professionisti per i loro migliori scatti contribuendo così a costruire la storia del miglior giornalismo visivo mondiale.

Per la sua 64° edizione il concorso ha visto la partecipazione di 4315 fotografi da 130 paesi diversi che hanno presentato un totale di 74470 immagini per contendersi il titolo nelle 8 diverse categorie del concorso di fotogiornalismo: Contemporary Issues, Environment, General News, Long-Term Projects, Nature, Portraits, Sports, Spot News.

World Press Photo of the Year

World Press Photo 2021 in Roma
WINNER: WORLD PRESS PHOTO OF THE YEAR
Emancipation Memorial Debate © Evelyn Hockstein, United States, for The Washington Post

La giuria indipendente del concorso fotografico 2021 ha selezionato la fotografia di Mads Nissen The First Embrace come World Press Photo of the Year. Nell’immagine vincitrice, Rosa Luzia Lunardi, di 85 anni, viene abbracciata dall’infermiera Adriana Silva da Costa Souza presso la casa di cura Viva Bem, San Paolo, Brasile, il 5 agosto 2020.
Nissen ha detto della sua immagine: “Per me, questa è una storia sulla speranza e sull’amore nei momenti più difficili. Quando ho saputo della crisi che si stava
sviluppando in Brasile e della scarsa leadership del presidente Bolsonaro che ha trascurato questo virus sin dall’inizio, che lo ha definito una piccola influenza, ho
sentito davvero il bisogno di fare qualcosa al riguardo. “

World Press Photo Story dell’anno

World Press Photo 2021 in Roma
WINNER: WORLD PRESS PHOTO STORY OF THE YEAR
Habibi © Antonio Faccilongo, Italy, Getty Reportage

La giuria ha scelto Habibi di Antonio Faccilongo come World Press Photo Story of the Year. Le cronache della serie vincitrice raccontano storie d’amore ambientate sullo sfondo di uno dei conflitti contemporanei più lunghi e complicati, la guerra israelopalestinese. La storia mostra l’impatto del conflitto sulle famiglie palestinesi e le difficoltà che devono affrontare per preservare i loro diritti riproduttivi e la dignità umana.
Dice Faccilongo della storia vincente: “Il mio lavoro ha l’ambizione di essere un ponte culturale per unire le persone”.

Lorenzo Tugnoli e Gabriele Galimberti sono gli altri due fotografi italiani tra i vincitori. Galimberti ha vinto nella categoria Ritratti, Storie, con un lavoro per National
Geographic sui proprietari di armi negli Stati Uniti. Tugnoli dell’agenzia Contrasto nella categoria Spot News, Storie, per le sue foto dell’esplosione nel porto di Beirut, in Libano, nell’agosto 2020.


In mostra anche quest’anno una sezione dedicata al Digital Storytelling con una serie di video che raccontano gli eventi cruciali del nostro tempo.


WORLD PHOTO PRESS 2021

Fino al 22 Agosto 2021

Mattatoio (Padiglione 9a)
Piazza Orazio Giustiniani, 4

Biglietti: €4-8

martedi – Domenica
11.00 – 20.00

mattatoioroma.it

More from Romeing Editorial Staff
Rendez-vous – Festival del nuovo cinema Francese 2021
L'undicesima edizione di Rendez-vous, Festival del Nuovo Cinema Francese, torna a Roma...
Leggi tutto
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *